BARDOLINO, LA CITTA’ DELLE PANCHINE

Una passeggiata a Bardolino è divertente soprattutto alla sera. Sul lungolago si trovano tante panchine di diverse forme e materiali: di sasso, di legno, old style e moderne. E’ strano vederne tante in un piccolo paese e rendono il luogo molto accogliente.

Bardolino vanta anche un passato di primissimo piano. Nell’ '807 il suo nome compare per la prima volta in un documento di Re Pipino (figlio di Carlo Magno).

Però il grande protagonista delle cronache della città è da sempre il suo vino. Il Bardolino, infatti, leggero e brioso dall’inconfondibile color rubino, insieme all’Amarone, il Recioto, il Soave ed il Valpolicella, è diventato un vino conosciuto in tutto il mondo che non identifica solo il Veneto ma rappresenta l’Italia stessa.

Bardolino in 4 passi

La passeggiata costeggiando la Villa Guerrieri Rizzardi in Via Verdi con l’affaccio sul lago, è una meta apprezzata da molti...

L’architettura carolingia della Chiesa di SAN ZENOè per gli appassionati d’arte...

Per le ragazze amanti dei “negozietti” dalle proposte fashion...

La passeggiata sul lungolago è piacevole soprattutto al tramonto ...

Domande e risposte

L’Enoteca con cucina IL GIARDINO DELLE ESPERIDI ha una bella terrazza ombreggiata...

La Festa dell’Uva e del Vino si tiene...

Il negozio di vini Guerrieri Rizzardi è parecchio fornito...

La pagella di Bardolino

Bardolino è molto conosciuta per il suo vino, in realtà una volta in paese, molti rimangono affascinati dal lungolago.

Raggiungere Bardolino nei weekend d’estate richiede pazienza perché la strada è sempre trafficata.