BRESCIA, LA CITTA’ DELLE FONTANE

Ben nota per le sue industrie e le sue attività economiche, Brescia è da conoscere per la sua storia che si legge stratificata nelle vie del centro storico, nelle piazze, negli antichi palazzi e nelle chiese. Non è famosa come Verona, Venezia o Milano ma può diventare uno di quei luoghi speciali dove si possono fare bellissime scoperte. 

Vale la pena, ad esempio, assaporare l’atmosfera della città e chiedersi da dove viene il gusto dei bresciani per le fontane durato nei secoli? Nel 1651, ad esempio, il poeta Dotti descrive Brescia abbellita da mille fontane. Oggi, il fotografo Danilo Allegri le ha raccontate nel libro fotografico “Di mille fontane a Brescia” quasi come fossero “le donne” della città. In molti casi si trovano nei cortili privati. E’ un patrimonio vasto ed inimmaginabile che si dispiega di cortile in cortile, di palazzo in palazzo nelle vie centrali e storiche della città. Un patrimonio che solo la paziente ricerca individuale può svelare, con un’indagine che purtroppo espone chi la compie a rischi. Il portone chiuso, il rifiuto cortese finché ti capita, e non è infrequente, di ritrovarti “faccia a faccia” con persone gentili e garbate che amano parlare della loro fontana e si lasciano andare al ricordo di fatti e aneddoti, sfumati dal tempo, che prendono l’abbrivio dalla fontana, dal cortile, dalla casa e diventano poi biografia personale. 

Brescia in 4 passi

Oggi a Brescia ci sono tante fontane visibili al pubblico: la fontana della Pallata di fine ‘500 con le 4 figure allegoriche ...

IL CASTELLO DI BRESCIAè una delle fortezze meglio conservate dell’Italia settentrionale: ha quasi 400 anni...

SANTA GIULIA è patrimonio dell’Unesco dal giugno 2011 per il suo fulcro, la chiesa longobarda di San Salvatore ...

Il giretto in centro è sempre interessante per capire l’atmosfera di una città. Si incontrano persone ...

Domande e risposte

LO SCULTORE è una trattoria rinnovata ma l’atmosfera è rimasta quella tipica delle osterie ...

Molto apprezzato dai visitatori del museo Santa Giulia è il ristorante AL FRATE, che si trova proprio nella stessa via. 

Per assaggiare piatti tipici della cucina bresciana come i malfatti burro e salvia ...

Se cerchi musica dal vivo, prova  LA VECCHIA PRAGA...

La pagella di Brescia

 

I parcheggi sono gratis sia sabato sia domenica. 

 

 

 

Il museo di Santa Giulia ha subito i tagli della cultura e capita di dover aspettare l’apertura di una sala piuttosto che un’altra.